Studiare lingue è inutile?

Cosa ci fa una domanda come questa in un blog di lingua e traduzione?, vi chiederete. Be’, tutto nasce dalle statistiche del blog, che negli ultimi mesi hanno rivelato due fatti strani: il primo è che un articolo del luglio 2016, 7 tranelli da evitare se vuoi iscriverti a lingue, è ripartito alla grande un anno dopo la pubblicazione, senza che io abbia fatto nulla per promuoverlo. Il secondo fatto strano è che questo inaspettato revival è stato accompagnato da un proliferare di termini di ricerca decisamente interessanti; così ho pensato di raccoglierli e analizzarli, cosciente della loro valenza assolutamente nulla a livello statistico e del fatto che nel blog, ahimè, non ci sono riposte a tutte queste domande.

OGA3670

Com’è come non è, la traduttrice si è improvvisata analista e, statistiche alla mano, ha scoperto che l’inutilità dello studio delle lingue è una grossa preoccupazione per gli studenti: in cima alla classifica infatti primeggiano termini di ricerca con diverse variazioni sul tema laurea in lingue inutile, con tanto di apocalittico fare lingue sarà inutile? Qualcuno poi scende nello specifico chiedendo quale sia la lingua più inutile tra francese, tedesco e spagnolo, fino ad arrivare a una ricerca che potrebbe servire tanto a indirizzare la scelta quanto a trovare una causa persa a cui dedicarsi con tutta l’anima: lingue inutili da studiare.

Il rovescio della medaglia sono i pragmatici lingue conviene?, anche nella variante utilitaristica laurea in lingue serve?, conditi da qualche dubbioso si imparano le lingue all’università? e da malinconici vale la pena laurearsi in lingue? A giudicare dalle statistiche le incertezze non terminano qui: compare persino un come studiare lingue all’università piuttosto inquietante. Ma questo è niente in confronto all’angolo dei detrattori impenitenti, che proclamano non mi piace la facoltà di lingue, perché non studiare lingue e il perentorio perché i corsi di lingue non servono.

Un importante dubbio che attanaglia gli studenti o aspiranti tali riguarda la fattibilità della faccenda, con ricerche del tipo facoltà di lingue facile?, più tutte le varianti al negativo, come lingue letterature straniere difficile. Qualcuno poi va addirittura per esclusione (o cerca il martirio, chissà) chiedendo qual è la facoltà di lingue più difficile in Italia, o ancora si dimostra disposto a viaggiare pur di arrivare in paesi in cui è facile università lingue (sic).

Comunque a ben guardare emergono molti altri termini di ricerca abbastanza rincuoranti: dal proattivo voglio studiare lingue all’università all’esistenziale scegliere di studiare lingue; e a chi chiede quali lingue scegliere all’università le risposte si rincorrono in un climax: studiare 3 lingue all’università, studiare 4 lingue all’università, studiare 5 lingue, fino all’eroico voglio studiare tutte le lingue del mondo! Qualcuno in effetti non ha proprio le idee chiare dalle basi, se cerca le differenze liceo linguistico e università lingue; ma comunque l’importante è capire come si scelgono le lingue all’università.

Certo le sorprese non finiscono qui: verrebbe da pensare che chi studia lingue ami viaggiare, ma la risposta a quanto pare non è così scontata, a giudicare dalle ricerche: da mai stata all’estero laurea lingue a con la laurea in lingue si deve per forza viaggiare? fino al drastico studio lingue ma non voglio andare all’estero. Ecco, forse c’è un po’ da lavorare sulla motivazione, ma insomma… Di contro non può mancare la sezione secchioni con le migliori università all’estero per studiare lingue straniere, e c’è chi addirittura va oltre cercando cosa studiare dopo laurea lingue (voglia di formazione continua o ricerca di alternative?) per non parlare poi di chi si vede già proiettato in un futuro radioso: avere successo studiando lingue. Altri invece non sono così ottimisti e si pongono un dubbio amletico che in effetti ha tormentato e a volte ancora tormenta molti di noi: laurearsi in lingue e lavorare, come fare?

C’è poi chi si dimostra preoccupatissimo: devo andare all’università e non so lo spagnolo!, se non scelgo inglese a lingue e culture straniere?, che facoltà scegliere che abbia a che fare con le lingue?, dove iscriversi per la facoltà di lingue straniere (mah!) e la mia preferita: se vado all’università lingue ma ho la pronuncia americana? In effetti un altro dei dubbi ricorrenti dei visitatori del blog riguarda proprio l’opportunità di iscriversi a Lingue: non sono pochi a chiedersi se sia meglio un corso di laurea o un corso di lingue normale, oppure vorrebbero capire meglio cosa si studia a lingue, o ancora perché studiare lingue all’università, passando per un ostico mi consigliate una facoltà in lingua (uh…) e uno stoico facoltà dove si studia solo lingue, per concludere con un enigmatico cosa studiare per lingue. Infine, arriva puntuale la domanda da un milione: quali lingue studiare per il futuro? Per la cronaca, a giudicare dalle statistiche di Linguaenauti i giovani d’oggi sono orientati verso russo, arabo e cinese.

Come dicevo all’inizio, questa carrellata di termini di ricerca non ha nessuna valenza scientifica, ma mi sono divertita tanto a scorrerla; ad esempio vorrei capire cos’ha spinto Google a indirizzare verso il mio blog chi chiedeva mi piace leggere scrivere film che università scelgo? Ma soprattutto mi ha lasciato tanti nuovi interrogativi che mi riprometto di approfondire per un prossimo post, del tipo freelance senza permessi si può e soprattutto traduttori freelance truffa. Il mistero s’infittisce!

Segui Linguaenauti su Facebook e Twitter @LinguaenautiBL

Credits foto

Annunci

2 thoughts on “Studiare lingue è inutile?

  1. Ciao, sono approdata sul tuo blog davvero per caso (stavo cercando qualcosa e nemmeno mi ricordo cosa) e ne sono rimasta completamente affascinata. Ho già messo mi piace alla pagina FB, ho letto quattro o cinque dei tuoi post e ora li devo interiorizzare.
    Trovo l’idea di un blog dedicato ai traduttori e alle traduzioni davvero geniale, anche se non lavoro in questo campo.
    Oltre agli autori mi piace perché mi dai la possibilità di sapere qualcosa anche sui traduttori che spesso vengono trascurati.
    Tornerò presto a leggere!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...