Linguaenauti

Linguaenauti è nato da un’idea improvvisa e caparbia, di quelle che conosco bene e temo perché so che una volta nate hanno vita propria e mi costringono a fare come vogliono loro. E non c’è verso di fermarle, perché mi seguono dappertutto: si insinuano tra i sogni flebili delle sei di mattina e mi svegliano come un gong, mi impediscono di canticchiare sotto la doccia, mi fanno dimenticare il sale nel sugo; insomma mi tormentano finché non do loro corpo e soprattutto anima.

Linguaenauti è nato così, dal desiderio di compensare uno dei pochi svantaggi della mia vita da freelance: l’isolamento. Certo, ogni tanto con qualche collega mi capita di parlare (più spesso abbiamo scambi epistolari), ma se c’è una cosa che mi manca è il contatto assiduo con persone che mangiano del mio stesso pane, o parlano la mia stessa lingua, che poi è uguale. In questi anni ho capito che la cosa davvero più interessante per me è incontrare, di persona o virtualmente, chi fa il mio lavoro e può darmi punti di vista nuovi, raccontarmi esperienze, trasmettermi idee, entusiasmo, consolazione, cameratismo e chi più ne ha più ne metta. Insomma, procurarmi qualche “collega a distanza” da cui imparare, a cui ispirarmi e magari da conoscere poi nella realtà.

Linguaenauti è nato per chi ama tutte lingue compreso il silenzio, per chi le usa come strumento o semplicemente come fine, per chi ama parlare, ascoltare, tradurre, leggere, scrivere lingue proprie e/o altrui, per chi ci lavora o chi vorrebbe lavorarci, o anche solo scoprire come funziona; insomma è dedicato a tutti i lingueanauti che hanno voglia di navigare in queste acque.

L’illustrazione scelta come testata del blog è la mappa di Piri Reìs, redatta nel 1513 e ritrovata al Topkapi, Istanbul, nel 1929. Per realizzarla questo ammiraglio turco si basò su carte e mappamondi precedenti, tra cui la mappa di Cristoforo Colombo, come lui stesso annota a margine. Secondo alcuni studiosi, però, questa mappa racchiude un mistero: rappresenterebbe anche l’Antartide, ancora sconosciuta all’epoca, con tanto di foca leopardo. Esercizio di fantasia, intuizione geniale o… qualcosa di più? Non lo sapremo mai, ma intanto navighiamo… (Scoperta, manco a dirlo, traducendo un documentario.)

Segui Linguaenauti su Facebook e Twitter @LinguaenautiBL

One thought on “Linguaenauti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...